Derfflinger - Euromodel Como -Italia-

Vai ai contenuti

Menu principale:

Derfflinger

Prodotti > Scatole di montaggio

DERFFLINGER
FELUCA DEL XVII°Sec.

Cenni storici:

Le feluche, non si distinguono soltanto dal modo di costruzione delle imbarcazioni in vigore nel XVII secolo in Europa attraverso le loro poppe arrotondate con sopra applicato il cassero di poppa stretto, ma anche per i loro scafi arrotondati in modo pronunciato Come anno di nascita di queste feluche viene indicato il 1595. Le feluche avevano un albero di trinchetto ed un albero maestro con vela quadra ed un albero di mezzana con una randa da mezzana latina. Le feluche erano costruite più lunghe e più strette rispetto alle più vecchie imbarcazioni a vela quadra. Esse erano imbarcazioni veloci; abbisognavano solamente di piccolo equipaggio ed erano perciò molto economiche. Come inventore di questa innovazione viene citato Pieter J. Lioorne - Hoorn (Olanda). In Germania la prima feluca venne costruita a Lubecca nel 1618 e l’ultima intorno al 1780. Come esempio viene citata la feluca "Friede", costruita nel 1682 nel principesco cantiere navale di Berlino, la cui lunghezza sul dritto di prua era di metri 32 La feluca "Derfflinger" aveva due ponti: un fraponte continuo e di sopra un secondo ponte. Nello spazio sottostante il fraponte si trovavano a prua, la cambusa, come pure diversi vani per I’immagazzinamento delle munizioni, dei viveri e delle botti d’acqua. Sotto questi vani veniva collocata la zavorra, costituita per lo più da pietre. Nel fraponte, la cui parte posteriore conteneva soltanto due cannoni da tre libbre, si trovava, dietro L’albero di trinchetto, la grande bitta per la posa dei cavi dell’ancora, che attraverso un boccaporto, conduceva all’apertura di scarico. Inoltre, su questo ponte, si trovavano, davanti all’albero maestro, la pompa di sentina e dietro questa l’argano del l’ancora. l cavi dell’ancora non venivano issati direttamente mediante l’argano, bensì con l’aiuto di un cavo di grossezza inferiore, che correva da prua attraverso I’argano. A questo cavo veniva legato il cavo dell’ancora con dei cappi e prima del boccaporto dello scolo del cavo, di nuovo sciolto. Nel castello di poppa c’erano dei cannoni medi e la bussola, la quale veniva illuminata da lampade ad olio da ambedue i lati. Il castello di prua conteneva quattro cannoni di medio calibro, che erano come quelli del castello di poppa e del cassero. Lo specchio di poppa mostrava un maresciallo di campo vestito di una corazza dal pettorale nero, divisa e mantello blu foderato di rosso, pantaloni di camoscio. Egli portava una sciarpa rossa e sul cappello nero delle penne rosse e bianche. Il sottofondo era dipinto in azzurro. Questo quadro venne circondato di drappi rosso-scuro con frange dorate. I sostegni dello specchio di poppa erano gialli o dorati, altrettanto i delfini, le corone intorno la losca del timone, che era particolarmente larga nelle feluche e intorno alle aperture delle bocche da fuoco. Nel medaglione tra i delfini si vede su fondo bianco I’aquila rossa brandenburghese con corazza pettorale blu e scettro dorato. La stessa aquila si trovava anche su tutte le bandiere. La feluca "Derfflinger" sino al 1684 chiamata "Wolkensaule" ("Colonna di nuvole"), venne acquistata nel gennaio 1681 da Beniamino Raule in Danzica per la guerra contro la Spagna (nel maggio 1681) - intrapresa dal Principe eletto Federico Guglielmo. La feluca aveva una lunghezza di 110 piedi ed una larghezza di 23 piedi ed era armata da 3 a 16 cannoni. Nel 1683 aveva a bordo 6 cannoni da due libbre e due da una libbra e tra 15 e 20 uomini di equipaggio. Dal 1686 al 1693 la feluca intraprese diversi viaggi per l’Africa Occidentale e per le Indie Occidentali. E’ noto che la "Friedrich Wilhelm zu pferde" é stata sua scorta, come anche la "Hoff- nung", nel settembre 1691 in un viaggio per l’Africa Occidentale sino alle isole Shetland. Nel febbraio 1693 venne catturata da un corsaro francese, però subito dopo riconquistata da una fregata inglese, portata in Inghilterra e liberata contro un premio di ricupero. Nel giugno del 1693 si trovò di nuovo ad Emden e venne venduta nel 1694.

Caratteristiche del modello:
SCATOLA DI MONTAGGIO REF. 99/007
DISEGNI REF. 66/007
LUNGHEZZA MASSIMA mm 500
LUNGHEZZA SCAFO mm 430
LARGHEZZA MASSIMA mm 185
LARGHEZZA SCAFO mm 85
ALTEZZA MASSIMA mm 470
ARMAMENTO /CANNONI 16
SCALA 1:66

Le foto seguenti sono un esempio di come risulta il modello finito.




99/007 Derfflinger

Kit Scatola di montaggio DERFFLINGER

Disponibilità limitata
Sconto quantità Sconto quantità
288.90 € 361.12 € Aggiungi
Ultimo aggiornamento:
Torna ai contenuti | Torna al menu